ASSEGNI DI STUDIO  - art. 7 lett. h) L.R. n. 31 del  25/06/1984.

Che cos'è:    

Gli assegni di studio sono uno strumento personalizzato e particolarmente selettivo per assicurare il diritto allo studio. Tra le finalità della norma che introduce l’assegnazione di assegni di studio vi è quello di favorire il proseguimento degli studi degli studenti capaci e meritevoli in disagiate condizioni economiche.

Non è il merito ad avere la preminenza nella valutazione – ciò darebbe all’assegno il valore di premio che esso non ha - o che comunque non ha in via principale, essendo finalizzato ad assicurare un sostegno particolarmente mirato verso gli studenti in disagiate condizioni economiche e, ovviamente, capaci e meritevoli.

Le condizioni di merito, vanno accertate sulla base dei risultati dell’anno scolastico precedente. Pertanto gli studenti della prima classe superiore potranno beneficiare dell’intervento in base al reddito familiare ed ai risultati conseguiti nella classe terza della scuola media inferiore e così fino alla classe quinta, per la quale il merito sarà riferito alla quarta classe.

Una volta conseguita la maturità cessa quindi il diritto al beneficio.

Gli assegni di studio sono attribuiti dal Comune per concorso tra gli studenti capaci e meritevoli in disagiate condizioni economiche.

Tra gli studenti in possesso dei requisiti indicati al successivo punto che avranno presentato domanda verranno stilate 2 graduatorie distinte:

­     una relativa  agli studenti che nell’anno scolastico precedente  hanno frequentato la classe 3^ della Scuola Secondaria di 1°;

­     una relativa agli studenti che nell’anno scolastico precedente hanno frequentato le classi dalla 1^ alla 4^ della Scuola Secondaria Superiore.

Ai fini dell’elaborazione delle graduatorie verranno presi in considerazione i seguenti criteri: situazione reddituale e merito scolastico.

Le graduatorie verranno elaborate sommando il punteggio attribuito per merito scolastico al punteggio attribuito per la situazione reddituale del nucleo familiare, secondo quanto previsto  annualmente nella delibera di Giunta Comunale con la quale vengono istituiti agli assegni di studio.

A parità di punteggio finale raggiunto nella graduatoria (somma del punteggio per profitto + punteggio per reddito) la priorità verrà stabilita nell’ordine da:

a)   reddito Isee più basso;

b)   votazione media più alta;

c)   minore età.

Ai richiedenti utilmente collocati in graduatoria sono attribuiti gli assegni di studio.


Requisiti:

Sono ammessi a partecipare gli studenti residenti nel Comune di Senorbì in possesso dei seguenti requisiti:

1) Iscrizione e frequenza nell’anno scolastico cui si riferisce l’assegno di studio, delle classi dalla  1^ alla 5^ della Scuola Secondaria Superiore che abbiano frequentato nell’anno scolastico precedente:

a) la classe 3^ della Scuola Secondaria di Primo grado (Scuola Media), in scuole pubbliche, parificate o legalmente riconosciute, conseguendo la  Licenza Media con la votazione finale non inferiore a “7”;

b) le classi I, II, III, IV conseguendo la promozione con la media dei voti non inferiore a 7/10 senza debito formativo;

2) non aver ripetuto la classe per la quale si partecipa al concorso;

3) non aver usufruito di altri assegni di studio assegnati da qualsiasi ente pubblico o parastatale (es. Provincia, Inpdap e simili) che abbia comportato la valutazione del merito scolastico relativo all’anno scolastico precedente;

4) reddito Isee (indicatore della Situazione Economica Equivalente) del nucleo familiare inferiore al limite stabilito dalla Giunta Comunale

 

Come si ottiene:

Per accedere al beneficio gli interessati devono presentare apposita domanda utilizzando esclusivamente la modulistica predisposta dagli uffici comunali.

I moduli di domanda sono messi a disposizione degli interessati presso  gli uffici comunali, sono inoltre consultabili e scaricabili nel sito Internet istituzionale.

La domanda dovrà essere presentata dal genitore, dal tutore o dall’esercente la patria potestà dello studente minorenne o dallo stesso studente se maggiorenne.

Le domande devono essere presentate attraverso una delle seguenti modalità:

-       consegna a mano all’Ufficio Protocollo dell’Ente negli orari di apertura al pubblico;

-       spedizione tramite Raccomandata A/R a mezzo del servizio postale al seguente indirizzo: Comune di Senorbì – Via Lonis n. 34 09040 Senorbì - Provincia Sud Sardegna.  (in tal caso farà fede la data di accettazione dell’ufficio postale;

-       spedizione tramite PEC contenente l’istanza al seguente indirizzo Pec: protocollo@pec.comune.senorbi.ca.it

La firma apposta sulla domanda non dovrà essere autenticata, ma potrà essere apposta in presenza  dell’incaricato alla ricezione, oppure, alla domanda potrà essere allegata una copia fotostatica di un documento di identità del sottoscrittore in corso di validità.

Documentazione da presentare: 

Alla domanda dovranno essere allegati i seguenti documenti:

   1.      Copia attestazione  Isee in corso di validità

   2.      Fotocopia del documento di identità in corso di validità nel caso la domanda venga consegnata già firmata.

Per la certificazione Isee le famiglie devono rivolgersi gratuitamente ai Centri CAF presenti nel territorio comunale..

 

Quando:

Le domande devono essere presentate, a pena di esclusione, all’Ufficio Protocollo del Comune di Senorbì entro i termini stabiliti annualmente con bando approvato dal Responsabile del Servizio Amministrativo.
Per l'anno scolastico 2019/2020 la scadenza è fissata al 13 dicembre 2019.

 

Modulistica:

Bando assegni di studio 2019-2020 
Modulo domanda
Dove rivolgersi per informazioni: 

UFFICIO PUBBLICA ISTRUZIONE, CULTURA, BIBLIOTECA E SPORT - Via Lonis n. 34
ORARI DI APERTURA AL PUBBLICO: 

Mattina : Lunedì/ giovedì dalle ore 09.30 alle ore 13.30
              Martedì/Mercoledì/ Venerdì dalle 09.30 alle 12.30
Pomeriggio: Lunedì e giovedì dalle 15:30 alle 17:30
Responsabile del procedimento : Alice Zanetti  Telefono: 070/98012320 email azanetti@comune.senorbi.ca.it

Responsabile del Servizio Amministrativo : dott.ssa Paola Erriu 


Graduatorie:
Graduatoria provvisorie A.S. 2019/2020
Graduatorie definitive A.S. 2019/2020

 

 


Normativa:

§  La legge Regionale n. n. 31 del 25.06.1984 “Nuove norme sul diritto allo studio e sull’esercizio delle competenze delegate”

§  la Deliberazione della Giunta Regionale n. 5/6 del 03/02.2000 avente ad oggetto “Aggiornamento e adeguamento dei Criteri e modalità di attribuzione delle sovvenzioni sul diritto allo studio già approvati con deliberazione della G.R. n.12/27 del 26/03/1996 e pubblicati nel B.U.R.A.S. n.14 del 30/04/1996”;

§  l’allegato A) contenente “Legge Regionale n.31/1984 e n.25/1993: criteri e modalità di applicazione a norma dell’art.40 della L.R. n.40/1990”;

§  Delibera approvata annualmente dalla Giunta Comunale con la quale vengono  impartite le direttive per la fornitura gratuita totale o parziale dei libri di testo 

torna all'inizio del contenuto